Assemblea CUSGR 30 aprile 2021 – Verbale

Assemblea CUSGR 30 aprile 2021 – Verbale

In data 30 aprile 2021, alle ore 11.00 si riunisce in via telematica l’Assemblea della CUSGR con il seguente ordine del giorno:

 

  1. Modifica dell’art. 5 dello Statuto
  2. Approvazione del Verbale dell’Assemblea del 28 novembre 2020
  3. Comunicazioni
  4. Nuovi soci
  5. 5. Bilancio consuntivo 2020
  6. Varie ed eventuali

 

Sono presenti:

 

Nome Cognome Presente Giustificato Delega a
Adalberto Magnelli      
Alberto Barzanò      
Alessandra Coppola X    
Alessandra Inglese X    
Alessandro Galimberti X    
Alessandro Pagliara X    
Alfredo Buonopane      
Alice Bencivenni   X Geraci
Alister Filippini X    
Amedeo Visconti X    
Andrea Angius      
Andrea Giardina      
Andrea Pellizzari   X Castello
Andrea Raggi X    
Anna Magnetto      
Anna Maria Rossi      
Annarosa Gallo X    
Antonino Pinzone      
Antonio Ibba X    
Ariel Lewin X    
Arnaldo Marcone X    
Attilio Mastino      
Beatrice Girotti      
Bruno Tripodi      
Cecilia Ricci X    
Cesare Letta      
Cesare Zizza X    
Chiara Carsana      
Chiara D’Aloja      
Chiara Lasagni X    
Cinzia Bearzot X    
Claudia Antonetti   X De Vido
Claudia Giuffrida X    
Claudio Vacanti X    
Claudio Zaccaria      
Cristina Carusi X    
Cristina Soraci X    
Daniela Bonanno X    
Daniela Motta X    
Daniela Rigato X    
Daniela Francesca Marchiandi   X Lasagni
Davide Ambrogio Faoro      
Domitilla Campanile X    
Donata Violante X    
Donatella Erdas      
Edoardo Bianchi      
Eduardo Federico X    
Egidia Occhipinti      
Elena Caliri X    
Elena Cimarosti X    
Elena Miranda      
Elena Santagati      
Eleonora Pischedda   X Bianco
Elio Lo Cascio      
Elisabetta Bianco X    
Elisabetta Dimauro      
Elisabetta Poddighe X    
Elisabetta Todisco X    
Elvira Migliario X    
Emiliano Arena      
Ennio Biondi      
Enrica Culasso      
Eugenio Lanzillotta      
Fabrizio Oppedisano      
Federico Russo      
Filippo Battistoni      
Flavia Frisone      
Franca Landucci X    
Francesca Cenerini X    
Francesca Gazzano x    
Francesca Rohr X    
Francesco Camia X    
Francesco Guizzi   X Ferrucci
Francesco Mongelli X    
Francesco Prontera      
Gabriele Galanti   X  
Gabriella Poma X    
Gabriella Vanotti X    
Gaetano Arena X    
Gian Luca Gregori      
Gian Piero Givigliano      
Gianluca Cuniberti      
Gianluca De Sanctis   X  
Gianluca Mandatori      
Gianpaolo Urso      
Giorgio Bonamente      
Giorgio Camassa      
Giovanna Daverio      
Giovanna De Sensi      
Giovanna Daniela Merola X    
Giovannella Cresci   X Cenerini
Giovanni Geraci X    
Giovanni Marginesu   X  
Giovanni Mennella      
Giovanni Alberto Cecconi X    
Giuseppe Cordiano      
Giuseppe Squillace   X  
Giuseppe X    
Giuseppina Paola Viscardi   X Rigato
Ida Gilda Mastrorosa      
Ignazio Tantillo      
Jessica Piccinini X    
John Thornton X    
Laura Boffo      
Laura Mecella X    
Leone Porciani   X Campanile
Livia Capponi X    
Lorenzo Calvelli X    
Luca Fezzi      
Luca Iori X    
Lucia Criscuolo X    
Luciano Traversa      
Luigi Gallo      
Luigi Vecchio      
Luisa Prandi X    
Manuela Mari X    
Marcella Chelotti      
Marcello Lupi X    
Marco Bettalli      
Marco Maiuro X    
Margherita Cassia X    
Margherita Facella X    
Margherita Pia De Fidio      
Maria Intrieri X    
Maria Elena De Luna X    
Maria Federica Petraccia      
Maria Goretti Castello X    
Maria Letizia Caldelli X    
Marina Polito X    
Marina Silvestrini X    
Mario Lombardo      
Massimo Nafissi X    
Matteo Zaccarini X    
Mattia Pietro Balbo      
Mauro De Nardis      
Mauro Moggi      
Mela Albana X    
Michela Nocita      
Michele Faraguna      
Milena Raimondi      
Nicola Cusumano      
Nicolò Spadavecchia      
Paola Lombardi      
Paolo Garofalo      
Paolo Andrea Tuci X    
Pasquale Rosafio X    
Patrizia Arena X    
Pierfrancesco Porena X    
Piergiorgio Floris      
Pietrina Anello      
Pietro Cobetto Ghiggia      
Pietro Vannicelli   X Orlandi
Rita Lizzi   X  
Rita Scuderi   X  
Rita Laura Loddo X    
Roberta Fabiani X    
Roberto Sammartano X    
Roberto Cristofoli      
Rosalba Arcuri X    
Rosalia Marino   X Sammartano
Sandra Gozzoli      
Serena Bianchetti X    
Sergio Roda X    
Silvia Evangelisti X    
Silvia Giorcelli   X  
Silvia Marengo      
Silvia Orlandi X    
Simona Antolini X    
Simonetta Segenni   X  
Stefania De Vido X    
Stefania Gallotta      
Stefano Caneva   X  
Stefano Ferrucci X    
Teresa Giulia Alfieri      
Tommaso Gnoli      
Ugo Fantasia      
Umberto Bultrighini X    
Umberto Laffi      
Umberto Roberto X    
Veronica Bucciantini X    
Virgilio Costa      
Vittorio Saldutti X    

 

 

Verificato il numero legale la Presidente apre i lavori.

 

  1. Modifica dell’art. 5 dello Statuto.

La Presidente illustra la proposta di cambiamento dell’art. 5 dello Statuto da approvare

in questi termini:

 

Il Presidente è eletto tra i soci ordinari a scrutinio segreto dall’assemblea e resta in carica per tre anni.

Al Presidente spetta la rappresentanza dell’associazione stessa di fronte ai terzi e in giudizio, convoca le adunanze sia dell’assemblea generale sia della Giunta, stabilendo l’ordine del giorno ed inserendovi anche argomenti su richiesta di almeno un membro della Giunta o di almeno un quinto dei soci.

Il Presidente ha la firma sociale della Consulta e può delegare il tesoriere per le spese correnti. Coadiuvato dal tesoriere, provvede inoltre all’amministrazione delle entrate e delle spese secondo le delibere dell’assemblea generale e dei bilanci da essa approvati; vigila sulla conservazione del patrimonio e firma, unitamente con il Yesoriere, gli ordini di pagamento; con l’autorizzazione del Presidente, il Tesoriere firma disgiuntamente gli ordini di pagamento. .

Detta modifica, peraltro sollecitata dall’Istituto bancario e di per sé opportuna in circostanze normali, visto che Presidente e Tesoriere sono residenti in regioni diverse, si rende ora necessaria date le difficoltà e le reiterate restrizioni negli spostamenti.

La modifica viene approvata all’unanimità.

 

  1. Approvazione del verbale del 28 novembre 2020.

L’assemblea approva all’unanimità il verbale della seduta precedente.

 

  1. Comunicazioni

La Presidente riferisce delle attività della Giunta, che si è riunita in via telematica il giorno 16 aprile per definire e istruire i punti all’ordine del giorno oggi in esame.

 

La Presidente informa dell’invito ricevuto da parte della Prof.ssa Sylvie Pittia, Presidente della SoPHAU, a partecipare con una relazione al Congrès de printemps dell’Associazione previsto per i giorni 11 e 12 giugno 2021 (a Lyon). Come di consueto, il tema oggetto dell’incontro sarà quello previsto per l’agrégation; per il 2022 l’argomento è: Les Grecs et l’Orient (IV-III sec aC). La Presidente parteciperà non solo in ragione delle sue competenze sul tema, ma anche per alimentare fattivamente questa importante convenzione e rappresentare la ricerca italiana nell’ambito della storia antica.

 

Marcello Lupi riferisce delle attività del Gruppo di lavoro per le Università del Sud, costituito dai Soci Evangelisti, Federico, Frisone, Lewin, Lupi, Soraci, Todisco. Il Gruppo, che già si è riunito, sta lavorando sia sui diversi problemi sia sulle possibili modalità di intervento; riferirà dei risultati nel corso della riunione autunnale. Su sua richiesta la Socia Polito è ammessa a fare parte del Gruppo di lavoro.

 

La Presidente riferisce della prima istruttoria del Gruppo di lavoro per il costituendo Premio CUSG. Il Gruppo, costituito dalla Presidente insieme a Bearzot e Orlandi, sta preparando una bozza di Regolamento e di Bando che saranno sottoposti alla Giunta e poi proposti per l’approvazione nella assemblea autunnale in vista dell’ emanazione del Bando alla fine del 2021.

Cinzia Bearzot descrive le linee generali e le ipotesi emerse dalla prima istruttoria. Il Premio, pensato come una sorta di sovvenzione post-doc, livello non adeguatamente sostenuto nel sistema universitario italiano, sarà conferito all’autore della tesi di dottorato discussa negli ultimi 24 mesi dall’emanazione dal bando (se bandito ad anni alterni) giudicata migliore tra quelle presentate, e meritevole di pubblicazione. L’importo è fissato in 4500 Euro, da erogare ad anni alterni (per ragioni di bilancio) e in due rate ( in momenti da definire). La Commissione sarà composta da docenti di I e II fascia con possibilità di estensione su base di competenza; la scelta della Commissione spetterà alla Giunta e vedrà oltre al Presidente CUSGR, membro di diritto, due docenti di Storia greca e due docenti di Storia romana. La Commissione sarà costituita tenendo conto della competenza, della rappresentanza di genere, e sulla base delle domande pervenute.

La Presidente precisa che lo scopo è sostenere il periodo successivo alla discussione della tesi di dottorato, spesso volto alla revisione in vista della pubblicazione, ma senza un vincolo formale con un editore, per non gravare la Cusgr di oneri di verifica e di gestione finanziaria. Per l’erogazione della seconda rata sarà dunque sufficiente una breve relazione del vincitore che attesti l’attività di ricerca svolta (inclusi, ad esempio, soggiorni all’estero per ragioni scientifiche).

Si apre a questo punto un ampio dibattito.

Bianchetti e Prandi chiedono chiarimenti in merito al rapporto tra finanziamento e pubblicazione, osservando che in alcune Università non è previsto il sostegno finanziario per la pubblicazione delle tesi dottorali; la Presidente precisa che la pubblicazione rientra tra le possibilità contemplate senza però che vi sia l’obbligo di un contratto vincolante con una casa editrice.

Landucci, proponendo di non suddividere in due tranches, esprime qualche preoccupazione per la cifra, e auspica che il bilancio consenta di sostenere questo Premio in maniera continuativa.

Lasagni invita a riflettere su criteri di equità ed equidistanza, ed esorta a prevedere una clausola che eviti l’accumulo di premi (di diversa origine) per la pubblicazione della medesima tesi dottorale.

Roberto ribadisce la necessità di rendere esplicito che la finalità del Premio sia congrua alle finalità della nostra associazione: a tutela della Cusgr e di tutti i suoi organi suggerisce che nel bando siano ripresi gli stessi obiettivi indicati nel nostro Statuto che devono anche orientare il rendiconto finale da parte del vincitore.

Thornton ritiene che la Commissione vada nominata prima della presentazione delle domande e non in considerazione delle stesse, e si chiede se non sia opportuno un processo di peer review. Su questo punto la Presidente risponde che due fasi di valutazione (peer review e Commissione) potrebbero comportare un allungamento dei tempi, mentre va prevista e rispettata una tempistica chiara, congruente anche con il mandato della Giunta; resta inteso che il Presidente è il garante di tutto il processo valutativo.

Porena ricorda che il Premio conferito dalla SoPHAU è comunque vincolato alla pubblicazione della tesi dottorale.

Calvelli, infine, si dice d’accordo con molte delle osservazioni già espresse e invita a riflettere sulla opportunità di chiedere quantomeno un contratto con un editore a dimostrare la congruità con le finalità del Premio (sia esso usato per i costi di pubblicazione, o per finanziare un periodo di studio atto alla revisione finale del testo).

La Presidente prende atto di tutte le osservazioni espresse e assicura che di esse si terrà conto nella stesura della bozza di Regolamenti e Bando che verranno comunque sottoposti alla Giunta e all’Assemblea.

 

Su invito della Presidente prende la parola Cecilia Ricci che riferisce degli esiti dell’assemblea CUN tenutasi il giorno 5 marzo; precisa che alcune delle questioni discusse in quella sede sono già risolte o superate.

ASN. Nel caso, ad esempio, del Bando ASN (art. 2 comma 4bis) si è già proceduto alla correzione dell’articolo relativo ai prodotti della ricerca in lingue diverse dall’italiano e dall’inglese. Quanto all’autonomia dei settori concorsuali, si ribadisce quanto fissato già nel 2015, tale per cui continuano ad avere piena autonomia i settori che contavano almeno 20 PO in quel momento.

VQR. Per il processo VQR attualmente in atto, il 5 marzo si esprimeva preoccupazione rispetto alla mancanza di fondi e dunque sulla possibilità di coinvolgere un numero congruo di revisori; Bearzot, membro GEV, interviene sul punto precisando che nel frattempo ANVUR ha assicurato che ciascun prodotto verrà valutato da almeno un valutatore esterno. Preoccupazione continua a rimanere invece su un principio di dubbia liceità in merito alla necessità che ciascuna delle 5 categorie di valutazione (A-E) abbia almeno il 5% dei prodotti totali. La collega Bearzot invita inoltre i Soci a dare la propria disponibilità come revisori e dunque a rispondere positivamente all’invito inviato di recente da ANVUR (con scadenza 16 maggio).

Progetto CUN/CRUI. E’ all’esame del ministro MUR una bozza di progetto CUN/CRUI (già richiesta dal Ministro Manfredi) che evidenzia tre obiettivi strategici per l’università: la crescita del numero iscritti all’Università per innalzare la media dei laureati nel nostro Paese; l’aumento del rapporto docenti / studenti, il ringiovanimento del corpo docente. A questi tre obiettivi si aggiungono alcuni punti di attenzione: la riduzione del periodo tra il conseguimento del dottorato e l’assunzione in ruolo nell’Università; la semplificazione del percorso post- dottorato con la creazione di una figura unica con contratti fino a 5 anni non cumulabili; la creazione di posizioni stabili per giovani che abbiano conseguito il dottorato da non più di sei anni; la valorizzazione di ogni posizione post lauream come docente anche nella scuola; il miglioramento della mobilità internazionale.

Dottorato. Per quanto attiene al progetto di riforma del Dottorato vanno segnalati alcuni elementi positivi, e in particolare la proposta di abbassare da 6 a 3 il numero di borse di dottorato necessarie all’attivazione (da accrescere in caso di risorse acquisite), e la maggiore flessibilità per la consegna e la discussione della tesi. E’ giudicate in maniera meno positiva, invece, la proposta di creare tre tipi di Dottorato (industriale; professionale; nazionale) al fine di formare tecnici da introdurre rapidamente nel modo del lavoro.

Programmazione triennale. Le Linee guida hanno provocato un forte dibattito; suscitano particolare preoccupazione l’Art. 8 comma 1, che prevede la trasformazione in Società commerciali delle Università non statali; e l’Art. 6, che prevede l’uso della VQR individuale anche per il reclutamento, possibilità finora esclusa in maniera categorica.

 

La Presidente ringrazia per la dettagliata relazione e continua con le comunicazioni relative al Coordinamento degli Storici che non si è riunito di recente. La Presidente ha però aderito insieme ai Presidenti delle altre Società Storiche a due documenti, l’uno relativo alla Brexit e alla posizione delle Università inglesi, (di rottura rispetto all’Erasmus, ma di continuità quanto alla possibilità di attingere ai finanziamenti). L’altro documento, proposto dal collega Gasparri Presidente della SISMED, esprime la protesta a proposito della formazione di una commissione di concorso per il settore M-STO/02 (Storia Medievale) con membri non appartenenti al settore (che, pure, è ampiamente rappresentato). Questa protesta si motiva anche con la necessità di tutelare i candidati.

 

La Presidente invita Silvia Orlandi, Presidente dell’AIEGL, a intervenire in merito al pagamento delle quote per quell’associazione. Silvia Orlandi informa i Soci che il vecchio conto è stato chiuso e che il nuovo, anche se svizzero, opera in Euro; suggerisce di fare versamenti per più anni di seguito per alleggerire l’incidenza delle spese amministrative; informa infine che, su decisione recentissima del Buro, i Soci AIEGL avranno uno sconto importante per l’iscrizione al CIEGL che si terrà a Bordeaux nel 2022. Invita dunque tutti gli interessati a versare la quota di iscrizione all’AIEGL; Calvelli si rende disponibile a raccogliere le quote e a farsi fa collettore per un unico versamento sul conto.

 

  1. La Presidente, dando loro il benvenuto, comunica i nomi dei nuovi Soci: Rosalba Arcuri, Antonio Ibba e Matteo Zaccarini.

 

  1. Il Tesoriere, Laura Mecella, presenta e illustra il Bilancio consuntivo 2020.

 

Rendiconto di sintesi della gestione finanziaria della CUSGR

Anno solare 2020

 

 

Sig. Presidente, chiar.mi Membri della Giunta, chiar.mi Associati,

sottopongo alla Vostra attenzione il bilancio consuntivo della CUSGR per l’anno solare 2020.

 

Il patrimonio e la movimentazione economica della CUSGR sono costituiti a tutt’oggi dal prodotto del versamento delle quote associative annuali da parte degli associati (Euro 30,00 pro capite), le quali costituiscono condizione necessaria e sufficiente all’associazione (art. 2 dello Statuto), e sono confluite interamente sul conto corrente bancario n.° 000103299876 intestato all’Associazione «Consulta Universitaria di Storia Greca e Romana» (CUSGR) presso UniCredit Banca, Agenzia Bolognina, Via Ferrarese 73, 40128 Bologna. Si precisa che sino al mese di novembre 2020 il medesimo conto bancario era depositato presso UniCredit Banca, Agenzia di Roma, via Vittorio Emanuele Orlando 70, 00185 Roma. Non sono pervenuti alla CUSGR altri finanziamenti, né donazioni, lasciti, ecc.

L’intera movimentazione contabile della CUSGR per l’anno 2020 è avvenuta su questo c/c bancario.

 

Alla data del 01.01.2020 il saldo attivo del conto corrente bancario n.° 000103299876 era di euro 10.277,92 (euro diecimiladuecentosettantasette/92).

 

Nel corso dell’anno solare 2020, alla CUSGR hanno aderito 178 associati (174 alla fine del 2019), compresi i soci collocati a riposo e i soci non strutturati, a fronte dei 170 docenti e ricercatori in servizio, inquadrati nei SSD L-ANT/02 (75 unità) e L-ANT/03 (95 unità). Si ricorda che, in occasione della redazione delle liste elettorali per il rinnovo della Giunta e per la nomina del Presidente del 12 settembre 2020, si è proceduto alla definitiva esclusione dal libro soci degli associati morosi rispetto al pagamento delle quote per il segmento temporale 2014-2017.

 

Alla data del 31 dicembre 2021, sono state versate dai soci nell’anno solare 2020 numero 200 quote intere + 3 quote parziali (per un totale di 6.050 euro), di cui:

  • 109 quote individuali, pari a 3.270 euro, costituiscono la quota adesioni del solo anno 2020
  • 48 quote, pari a 1.440 euro, costituiscono il saldo di quote individuali per l’anno 2019
  • 2 quote, pari a 60 euro, costituiscono il saldo di quote individuali per l’anno 2018
  • 38 quote, pari a 1140 euro, costituiscono anticipi di quote individuali per l’anno 2021
  • 2 quote, pari a 60 euro, costituiscono anticipi di quote individuali per l’anno 2022
  • 1 quota, pari a 30 euro, costituisce un anticipo di quota individuale per l’anno 2023
  • 1/3 di quota (pari a 10 euro) costituisce il saldo mancante di una quota individuale per l’anno 2020
  • 2/3 di quota (pari a 20 euro) costituiscono un anticipo parziale di una quota individuale per l’anno 2021
  • 2/3 di quota (pari a 20 euro) costituiscono un anticipo parziale di una quota individuale per l’anno 2022.

 

Si evidenzia un aumento delle quote versate per l’anno solare in oggetto (110 quote, considerando il completamento di una quota che era stata versata nel 2019 solo parzialmente) rispetto a quanto avvenuto nel 2019 (quando al 31 dicembre risultavano pagate per quell’anno solo 77 quote + 2 quote parziali), con una riduzione del numero dei morosi. Sensibilmente aumentato è il numero delle quote versate anticipatamente per il prossimo triennio, pari a 41 quote + 2 quote parziali, rispetto alle 8 quote + 1 parziale versate nell’anno 2019 come anticipo sul 2020.

Il totale delle quote versate – comprese anche quelle a recupero di quanto dovuto per gli anni precedenti – ammonta così a 200 + 3 quote parziali, rispetto alle 103 + 4 quote parziali con cui si era chiuso il bilancio del 2019.

 

Si precisa altresì che nel corso del mese di dicembre 2020 si sono presi contatti con la società Google Ireland in vista di un abbonamento ad una piattaforma online necessaria per lo svolgimento delle riunioni dell’Associazione da remoto. Alla formalizzazione del contratto si sta procedendo nel 2021. Per la verifica dell’identità del contraente, la società ha effettuato sul conto corrente bancario dell’Associazione due versamenti tramite bonifico pari comples­sivamente a 1,34 euro.

 

Ricordo che la CUSGR non ha una sede di proprietà o in affitto, né altre proprietà immobili o mobili, per le quali sia titolare degli oneri di mantenimento, fiscali, assicurativi, ecc., e non ha personale dipendente. Ha sede legale presso l’Istituto Italiano per la Storia Antica (via Milano, 76 – 00184 Roma).

 

Nel corso del 2020 sono state sostenute le seguenti spese ordinarie:

 

  • spese di mantenimento del conto corrente bancario n.° 000103299876 e carta di debito: 242,05 euro
  • spese per i rimborsi degli spostamenti del Presidente e dei membri della giunta, inerenti ai loro compiti come da statuto (partecipazione alle riunioni della giunta, contatti con la banca UniCredit per lo spostamento del conto corrente dalla filiale di Roma a quella di Bologna). Totale autorizzato dal Presidente e pagato attraverso bonifici: 399,78 euro
  • spese per i servizi Aruba (posta certificata): 6,10 euro
  • spese per il sito web Cusgr con la ditta SiteGround: 15,80 euro
  • spese per la piattaforma Eligo (elezione telematica per la nomina del Presidente e per il rinnovo della giunta svoltesi nel settembre 2020): 363,68 euro.

 

Non è stata sostenuta nessuna spesa di rappresentanza. Nel corso del 2020 non sono stati effettuati pagamenti per collaborazioni occasionali o professionali, pertanto non è stato necessario emettere certificazione fiscale. Non essendo intercorse modifiche all’assetto della CUSGR, non è stato necessario ripresentare la certificazione fiscale degli enti no-profit (EAS).

 

Il saldo contabile attivo del c/c CUSGR presso UniCredit Banca al 31.12.2020, che rappresenta altresì l’intero patrimonio dell’Associazione, è di 15.301,91 (quindicimilatrecentouno/91) euro.

 

Segue il prospetto riassuntivo delle entrate e delle uscite della CUSGR dal 01.01.2020 al 31.12.2020:

 

Voci Entrate Uscite
Rimanenza gestione precedente (al 31.12.2019) +   € 10.277,92  
Entrate dal versamento delle quote associative + € 6.050,00  
Bonifici da parte di Google Ireland + 1,34  
Competenze di liquidazione del conto corrente bancario + 0,06  
Spostamenti Presidente e membri della Giunta – 399,78
Costo fisso c/c bancario   – 120,98
Bolli c/c bancario   – 100,07
Spese per carta di debito   – 21,00
Spese per servizi Aruba (posta certificata)   – 6,10
Spese per il sito web Cusgr (SiteGround)   – 15,80
Spese per la piattaforma Eligo (ID Technology Srl)   – 363,68
Totali + €16.329,32 – € 1.027,41
Saldo al 31.12.2020

 

+ € 15.301,91  
Differenza entrate / uscite anno 2020 + € 5.023,99  

 

 

Il dettaglio della movimentazione sul c/c della CUSGR, le fatture, le ricevute e la restante documentazione saranno esibite dal Tesoriere a richiesta degli interessati.

 

Milano, 12 aprile 2021

 

Il bilancio viene approvato all’unanimità.

 

  1. Varie.

La Presidente comunica che il prossimo 21 maggio si terrà l’assemblea del CUN.

 

Non essendovi altri argomenti di discussione, l’assemblea chiude i lavori alle ore 13.00.

 

 

 

 

 

 

 

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi